» Home » attivita

Contabilizzazione del calore

CONTABILIZZAZIONE E RIPARTIZIONE DEL CALORE
NTA è stata una fra le prime aziende in Italia a certificarsi UNI EN ISO 9001 per il servizio di contabilizzazione del calore, e negli ultimi cinque anni di attività ha acquisito un know how ed una specializzazione tale su questo settore sia a livello di realizzazione di impianti che di gestione dei consumi e dei dati, in grado di posizionarla al primi posti sul mercato.
Questo grazie da una parte una collaborazione in partnership con una azienda leader nel settore, e dall’altra la forza dell’esperienza dell’installazione di contabilizzatori di calore in migliaia di appartamenti sia per clienti privati che per enti come ACER (ex istituto case popolari)

I sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore possono essere installati negli stabili con impianto di riscaldamento centralizzato al fine di permettere la regolazione della temperatura dei singoli alloggi o, addirittura, delle singole stanze e di ripartire le spese di riscaldamento non più in base ai millesimi ma in modo proporzionale all’effettivo consumo.
In questo modo si rende autonomo un impianto centralizzato senza scomode opere murarie e senza grandi spese.

I vantaggi di questi sistemi sono:
- il conteggio dei consumi effettivi ed individuali per ogni singolo alloggio, 
- un risparmio medio del 20-30% sul costo di riscaldamento dello stabile, 
- la gestione autonoma della temperatura secondo le proprie esigenze 
- ed il pagamento solo del proprio consumo, 
- beneficiare delle agevolazioni fiscali come le detrazioni IRPEF e IVA al 10% 
- e la possibilità del funzionamento della caldaia fino a 24 ore su 24 in deroga alle prescrizioni di legge.
In base al DPR 551 del 21/12/1999, inoltre, negli edifici di nuova costruzione è obbligatorio installare l’impianto di contabilizzazione del calore.

LA VALVOLA TERMOSTATICA serve per regolare la temperatura desiderata in ogni stanza e viene installata in sostituzione della valvola di chiusura che si trova già sul radiatore. L’utente può quindi avere diverse temperature a seconda delle proprie esigenze.
La valvola, una volta raggiunta la temperatura impostata, limita il flusso di acqua calda al radiatore fino a chiuderlo, evitando il surriscaldamento della stanza con i conseguenti sprechi. Negli impianti sprovvisti di valvole termostatiche l’unica possibilità di regolazione è quella di aprire le finestre sprecando calore e non garantendo di certo il comfort ambientale.
Il ripartitore di calore, invece, ha la funzione di misurare la quantità di calore erogata dal radiatore per tutta la durata della stagione termica.
I ripartitori sono alimentati a batteria con durata superiore ai 10 anni: questo comporta una installazione veloce e pulita, senza bisogno di forare o stendere cavi per l’appartamento.

IL SISTEMA DI LETTURA TRAMITE RADIOTRASMISSIONE
consente inoltre di leggere i ripartitori senza dover entrare negli appartamenti.

La potenza di trasmissione è molto contenuta (1mW, ossia circa un millesimo della potenza di un telefono cellulare) e rende il sistema assolutamente innocuo e senza alcuna controindicazione.