» Home » news

Nuovo registro apparecchiature contenenti gas fluorurati

Dal 1 gennaio 2015 sono operative le disposizioni contenute nel Regolamento Europeo n.517/2014, che ha introdotto i nuovi limiti di soglia per i controlli delle perdite e la tenuta del registro di impianto, l’unità di misura non sono più i Kg di gas fluorurato ad effetto serra, ma le tonnellate equivalenti di anidride carbonica (C02).


Con le tonnellate equivalenti si ha un chiaro valore dell’impatto sul riscaldamento globale, è possibile convertire i Kg di F-Gas in t C02 e tramite la tabella di conversione, si può così constatare che un impianto con 2,5 Kg di gas R-410 è superiore alla prima soglia base di 5 t di C02 eq., pertanto dovrà essere dotato di registro apparecchiatura e sarà soggetto ai controlli sulle perdite.

Per una rapida consultazione della corrispondenza tra peso in Kg di gas e le soglie limite individuate in tonnellate di C02 equivalente esistono valori tabulati.

Fino al 31 dicembre 2016 le apparecchiature contenenti meno di 3 kg di gas fluorurati a effetto serra o le apparecchiature ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti meno di 6 kg di gas fluorurati a effetto serra, non sono soggette a controlli delle perdite e quindi al registro dell’apparecchiatura.

La periodicità dei controlli delle perdite sono riportati nell’art.5 del regolamento 517/2014:


Il nuovo registro oltre alle informazioni contenute nel vecchio, dovrà contenere dati su F-Gas riciclati e rigenerati, conforme al regolamento 517/2014.

Sul nuovo registro dovranno essere riportate:

a)la quantità e il tipo di gas fluorurati a effetto serra;
b)le quantità di gas fluorurati a effetto serra aggiunti durante l’installazione, la manutenzione o l’assistenza o a causa di perdite;
c)se le quantità di gas fluorurati a effetto serra installati siano state riciclate o rigenerate, incluso il nome e l’indirizzo dell’impianto di riciclaggio o rigenerazione e, ove del caso, il numero di certificato;
d)le quantità di gas fluorurati a effetto serra recuperati;
e)l’identità dell’impresa che ha provveduto all’installazione, all’assistenza, alla manutenzione e, ove del caso, alla riparazione o allo smantellamento delle apparecchiature compreso, ove del caso, il relativo numero di certificato;
f)le date e i risultati dei controlli delle perdite;
g)qualora l’apparecchiatura sia stata smantellata, le misure adottate per recuperare e smaltire i gas fluorurati a effetto serra.

Gli operatori e le imprese che svolgono installazione/assistenza di apparecchiature con un quantitativo di F-gas maggiore di 5 t C02 equivalenti devono tenere, per almeno 5 anni, per ciascuna apparecchiatura il registro dell’apparecchiatura.